Associazione Culturale Itimed

Le Pillole di Goethe: Thomas Cook, il padre del turismo


Nell’ambito del progetto in corso “I luoghi di Goethe a Palermo” si è dimostrato necessario inquadrare il viaggio in Italia compiuto dal celebre scrittore tedesco nella cornice più ampia del Grand Tour delle città europee, ossia di quel “giro” culturale che fu intrapreso da uomini abbienti e giovani aristocratici in formazione, tra la fine del sec. XVI e i primi del sec. XIX. Essendoci interrogati, poi, sulle cause del declino del Grand Tour e sulla nascita del “turismo”, ossia del viaggio organizzato e di massa, ci ha sorpreso apprendere che un fenomeno così diffuso abbia avuto una data di origine ben definita ed un inventore certo: il britannico Thomas Cook…  
Imprenditore e pastore protestante, Thomas Cook fu un fervente membro di un gruppo di antialcolisti di Leicester, chiamato “Società della Temperanza”. Il 5 luglio 1841, in occasione di un raduno contro l’alcolismo, Cook organizzò un viaggio in treno di 12 miglia da Leicester a Loughborough, al quale parteciparono ben 570 persone al prezzo di uno scellino a testa. L’iniziativa ebbe un successo tale da far nascere in Cook l’idea di una nuova attività: l’organizzazione e la vendita di pacchetti di viaggio. Nel 1845 Cook organizzò il suo primo viaggio per Liverpool; successivamente, organizzò viaggi in occasione di importanti manifestazioni, come la Grande Esposizione di Londra del 1851. In occasione dell’Esposizione Universale di Parigi del 1855, Cook organizzò il primo tour del Continente in Belgio, Germania e Francia. Nel 1864 accompagnò due grossi gruppi oltre le Alpi: uno a Firenze e nell’Italia centrale; l’altro a Roma e Napoli. Nel 1872, all’età di 63 anni, Cook realizzò il suo progetto turistico più ambizioso: il giro del mondo attraverso gli Stati Uniti, il Giappone, la Cina, Singapore, Ceylon, l’India e l’Egitto, con partenza e arrivo a Londra. Alla morte di Cook, nel 1892, la gestione dell’impresa turistica passò al figlio John e successivamente ai nipoti, Frank, Ernest and Bert, che ne estesero ulteriormente l’attività; ma già nell’anno della morte del suo fondatore, la Thomas Cook and Son aveva sviluppato un’organizzazione assai simile a quella dell’impresa che ancora oggi porta il suo nome e rappresenta il turismo per antonomasia.

VN:F [1.9.17_1161]
Vota da 1 a 10 questo articolo:
Valutazione: 0.0/10 (0 voti)
Itimed

Notizie su 

L’Associazione Culturale Itinerari del Mediterraneo (ITIMED), nasce dall’incontro di differenti figure professionali con un ambizioso programma: valorizzare, tutelare e promuovere gli itinerari culturali al fine di preservare la memoria delle comunità del Mediterraneo ed i relativi territori promuovendo di fatto lo Sviluppo attraverso la Cultura

  • Anonymous

    >brava Roberta!!!
    Bell'articolo…dobbiamo a Cook una delle attività che a mio avviso dovrebbero entrare a far parte del settore primario, più che terziario…il turismo ormai, più che un lusso o un piacere, è un'esigenza che rinfranca e ricarica il corpo e, soprattutto, lo spirito, cosa fondamentale al giorno d'oggi…

    VA:F [1.9.17_1161]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)

Vieni a visitarci

Se vuoi saperne di più sull'Associazione, se sei interessato ad una delle nostre iniziative, o semplicemente per curiosità, vienici a trovare in

Via Giacomo Cusmano, 28, Palermo

Contatti